Передачі українською мовою виходять у середу з 08:00 до 09:00
Image and video hosting by TinyPic

L'UCRAINA E' AI CONFINI СON L'UNIONE EUROPEA E NON AI CONFINI CON L'EUROPA! 
УКРАЇНА - ЦЕ ЄВРОПА І МЕЖУЄ З ЄС, А НЕ ЗНАХОДИТЬСЯ НА МЕЖІ З ЄВРОПОЮ!










Четвер, 27.04.2017, 00:34









Четвер, 27.04.2017, 00:34

ЄВРОІНТЕГРАЦІЯ
НАВІГАЦІЯ
TICKET online
КОРИСНІ ПОСИЛАННЯ
FRIENDS&PARTNERS
СТАТИСТИКА
UniCredit інформує
СОЦІАЛЬНА РЕКЛАМА
ТРУДОВА МІГРАЦІЯ
НАША КНОПКА

АКТУАЛЬНІ ВІДЕО
Вхід

Головна » 2014 » Січень » 25 » APPELLO DEL POPOLO D'UCRAINA alla comunità internazionale: Aiutateci a difendere la democrazia in Ucraina!
15:33
APPELLO DEL POPOLO D'UCRAINA alla comunità internazionale: Aiutateci a difendere la democrazia in Ucraina!

Questa è la nostra ultima richiesta di aiuto. Domani molto probabilmente l'Ucraina sarà isolata dal resto del mondo in quanto il governo vuole bloccare la rete televisiva, Internet e la rete telefonica. Il martedì prossimo probabilmente annuncerà lo stato di emergenza e chiuderà le frontiere. Verremo uccisi uno per uno mentre l'UE tace, confermando che i valori europei e i diritti umani esistono, ma solo sulla carta. La gente in Ucraina sta morendo per l'UE, e se l'UE non interverrà, gli ucraini continueranno a morire ogni giorno.

I cittadini d'Ucraina, europei, rappresentati da varie associazioni che partecipano attivamente alle proteste pacifiche a Maidan (Piazza Indipendenza) a Kyiv e in tutto il paese intero, si appellano alla comunità internazionale chiedendo ai governi dei paesi dell'UE e le organizzazioni internazionali di intervenire immediatamente con decisione nella tragica situazione in Ucraina al fine di aiutare il popolo ucraino nella sua lotta, garantire la pace e la realizzazione dei diritti civili in questa parte dell'Europa. Abbiamo bisogno del vostro aiuto per fermare questa guerra sanguinosa, brutale e il male che avvolge tutto il nostro paese affinché le autorità di governo criminali siano puniti duramente per i loro delitti commessi contro il nostro popolo.  

Le risposte fornite ai manifestanti da parte del ministro degli interni Vitàliy Zakharchenko riguardo alle azioni dei reparti speciali contro i manifestanti sono scandalose. La milizia di stato E NON la polizia di stato (in quanto in Ucraina la polizia NON C'E' MAI STATA) viola espressamente i diritti umani, la legislazione vigente e le convenzioni internazionali.

Contro i manifestanti la milizia usa non più i proiettili di gomma, ma veri proiettili dell'arma da fuoco e cannoni ad acqua. Almeno cinque le persone sono già state uccise da proiettili di cecchini e centinaia sono quelli torturati barbaricamente dai teppisti criminali in divisa assoldati dalle autorità per combattere chiunque difende la democrazia. Il destino di tutti noi ci è sconosciuto. Il numero di feriti gravi, tra i quali decine di attivisti, medici, volontari della CRU, camerman e giornalisti nazionali e stranieri e sta aumentando ogni ora. I cecchini del corpo speciale della milizia di stato "Bèrkut" gli sparano intenzionalmente negli occhi, nella schiena, nel collo e nella testa.

Il ministro della sanità Bohatyriova ha ordinato ai medici della capitale d'informare tempestivamente le forze della milizia l'arrivo dei feriti negli ospedali. Tutti i feriti che si rivolgono negli ospedali statali vengono arrestati immediatamente dai miliziani e portati in carcere senza aver ricevuto le necessarie cure mediche. Per questo chiediamo all'UE di prendere nota che nonostante il terrore che gli ucraini subiscono ormai da due mesi dalle autorità in tutto il paese, e in particolare a Kyiv, la resistenza delle persone rimane moderata. La gente in piazza non è armata e si difende contro le armi della milizia come può.

Sono passati due lunghi mesi durante i quali le autorità ucraine hanno reagito violentemente alle proteste pacifiche di milioni di ucraini. Radicalizzazione parziale degli atteggiamenti del popolo a Kyiv è il risultato delle azioni brutali da parte della milizia come turture barbariche e repressioni dei manifesanti pacifici che sono iniziate il 30 novembre dell'anno scorso, l'assenza di risposta da parte delle autorità alle richieste dei manifestanti pro UE dell'Euromaidan, repressioni sistematiche verso i partecipanti della protesta in tutto il paese, e l'adozione di leggi illegittime, che hanno letteralmente legalizzato la dittatura in Ucraina.

La resistenza violenta del popolo è iniziata quando la milizia ha cominciato a bloccare i cortei dei manifestanti pacifici che protestavano contro l'abolizione del diritto dei cittadini di partecipare alle proteste non violenti, l'abolizione della libertà di stampa, della libertà di espressione e contro una giustizia selettiva comunemente praticata dai "giudici” in Ucraina.

Il caos hanno creato le nuove leggi, approvate illegalmente dal parlamento il 16 gennaio scorso, che di fatto consentono al regime di usare la violenza in modo legale contro i manifestanti per reprimere le proteste pacifiche. Queste leggi sono la causa di enormi spargimenti di sangue e molto probabilmente causeranno l'introduzione dello stato d'emergenza in Ucraina. Tutti i cittadini dell'UE devono comprendere che lo scenario è stato fatto in Russia da Putin assieme ai suoi servizi segreti della FSB. L'obbiettivo di Putin è di diffondere la violenza in tutte le regioni d'Ucraina per portarla alla secessione. Poi l'attacco sarà rivolto contro tutta l'UE per disgregarla distruggendo la sua economia. E' Putin che vuol distruggere l'Ucraina e l'UE per opporsi definitivamente agli USA. Il piano di Putin consiste anche nel creare dell'Ucraina una nuova "Bielorussia” e un nuovo "Pridnestrovie" al confine dell'Unione Europea.

Per questo ci rivolgiamo a tutti i governi dell'UE e chiediamo di passare dalle semplici dichiarazioni alle azioni urgenti:

- chiedere al presidente dell'Ucraina Viktor Yanukovych di fermare immediatamente la violenza della milizia contro i manifestanti pro UE;

- venire in Ucraina per valutare la situazione all'interno del paese e mediare i negoziati tra le autorità ucraine e l'opposizione che ci rappresenta al fine di risolvere la crisi politica;

- inviare osservatori per impedire la reificazione della dittatura, tutelare realmente i diritti umani fondamentali e la salvaguardia dei valori democratici europei in Ucraina;

- imporre sanzioni personali contro chiunque sia stato coinvolto in violazioni dei diritti umani in Ucraina;

- vietare il loro ingresso in paesi UE e congelare i loro conti finanziari in ogni paese UE;

- avviare indagini sul riciclaggio di denaro sporco.

Gli ucraini sono uniti nella loro visione del futuro per il paese, affinché tutti possano godere la sicurezza della vita, la libertà d'espressione e di stampa e non subire violenze. Siamo una nazione europea civile come VOI, ma imprigionata dai clan mafiosi al potere. Nel 2010 Yanukovych è stato eletto presidente coi poteri limitati. Poco dopo ha modificato la Costituzione dell'Ucraina con mezzi di dubbia legalità e ha usurpato tutto il potere.

Aiutateci a difendere la democrazia! State con l'Ucraina!

Paggina ufficiale del settore in Facebook: https://www.facebook.com/hrom.sektor.euromaidan

Fonte: Settore Civico di Euromaidan


In aggiunta Vi mostriamo alcuni video che illustrano la violenza del governo contro i cittadini ucraini tramite le forze della milizia di stato:
 
 
 
Переглядів: 312 | Додав: Правознавець
Всього коментарів: 0
Додавати коментарі можуть лише зареєстровані користувачі.
[ Реєстрація | Вхід ]

Ми не співпрацюємо з українофобними, расистськими, порнографічними, піратськими та іншими аморальними сайтами. Відповідальність за достовірність фактів, цитат та інших відомостей, у тому числі і малюнків до статтей, у розділі новин, несуть автори публікацій, що містять гіперпосилання на джерело. Будь-яке копiювання, публiкацiя, передрук чи наступне поширення iнформацiї, що мiстить посилання на Інформаційне агентство УНІАН, суворо забороняється. При передруку наших матеріалів посилання (для Інтернету - гіперпосилання) на italawguide.at.ua обов’язкове.
Всі права застережено © 2010-2017